Lavora con noi +39 06 5713 6737

Competenze: Insegnante e Docente certificata di IYENGAR YOGA.

Brunella De Biase studia danza presso il Centro Professionale di Danza Contemporanea di Roma con E. Piperno e J. Fontano (1978-85); studia il linguaggio della Modern Dance, incontrando di persona Martha Graham con la sua compagnia a Firenze nell’85; e studia stile Cunningham con Andè Peck e con Roberta Garrison (1985-1995), e classico con Michelle Ellis.

brunella-danzaNel 1984, si diploma in scenografia all’Accademia di Belle Arti, mettendo a fuoco l’esigenza di conoscere il teatro e di incontrare altri linguaggi.

Nell’1982 fonda a L’Aquila la Compagnia di Teatro-Danza l' Incastro, con cui crea svariati spettacoli.

Nel 1988 vince una borsa di studio presso la scuola di Pina Baush, in Germania, dove studia Classico, moderno e carattere, sostenendo periodici esami, per due anni.

Successivamente, tornata in Italia, decide di approfondire il suo percorso teatrale e studia per un anno presso il Duse Studio di Francesca De Sapio, mediante il metodo Strasberg .

A seguito di questa esperienza si delinea sempre più il bisogno di una motivazione interiore, di una intenzionalità precisa nelle creazioni che ,dal 1984 ad oggi , sono state numerose e differenziate.

Dal 1990 collabora con Ian Sutton, coreografo della compagnia Vera Stasi, ed interpreta numerose sue creazioni, mettendo in luce la sua teatralità e un particolar modo di recitar-danzando, o danzar-parlando, nello stile Cunningam.

Dal 1995 Brunella pratica lo Yoga del maestro contemporaneo B.K.S. Iyengar, per foto brunella 5risolvere una serie di problemi fisici che la danza ha creato nel suo corpo, e alla ricerca di un'approfondimento di percorso e nel 2006 viene ufficialmente nominata insegnante del metodo Iyengar Yoga.

Nel 2000 fonda il gruppo ARTINBALLO, che si dedica prevalentemente alla didattica della danza, allo studio e all'insegnamento dello yoga, alla danza educativa e psicomotricità per bambini.

Ad oggi la ricerca è mostrare “l’essere che danza”, attraverso happening di improvvisazione , condividendo l’intensità dell’attimo con musica di improvvisazione .

iyengar-yoga-brunella-2Con Giovanna Natalini, pianista, partecipa a Roma, al Festival di Nuova Consonanza del 2010, con Davide Severi, pianista, crea “la valigia”, una performance ricca di linguaggi espressivi, con Oscar Bonelli “Concerto per corpi danzanti”.

Insegnante di danza, nonché abilitata all’insegnamento di Educazione Artistica (dal 1991), ha creato inoltre spettacoli e laboratori per le scuole, dando il suo contributo al delicato e difficile mondo dell' educazione e della formazione.

Creazioni:

  • Ha curato le coreografie dello spettacolo ‘Gran serata futurista’
    di Fabio Mauri nell’edizione al teatro Olimpico di Roma 1982 e al Goldoni di Venezia 1986.

Per L’INCASTRO ha creato:

  • ‘Puzzle’ 1984,
  • ‘Il gioco è fatto’ 1985,
  • ‘quiete nella frantum'azione’ (Versiliana 1986)
  • ‘il Monello’ (Rassegna di nuove tendenze a Roma ‘87).

Per il teatro La Comunità di Roma coreografa con Massimo Morricone ‘ Joyselle ‘ per la regia di Teresa Pedroni, 1986.

Per il teatro Florian di Pescara crea ‘ E’ un attimo’ 1988, e ‘Autoesperimento’ in collaborazione con Anouscka Brodacz, 1989.

Per il teatro Spazio Zero di Roma ha creato ‘Volubilis’ spettacolo ideato su segni-disegni e ripreso nel ‘94 per la rassegna danza d’autore, teatro Vascello, Roma.

Per Spoltore Ensemble Festival ‘90 allestisce ‘Colpiresti una donna con un mattone ?’ con Cam Lecce.

Con Ian Sutton collabora stabilmente dal 1990, ed ha interpretato:

  • ‘Nothing Special’ (1990 teatro dei Cocci, teatro Vascello, Roma ‘99)
  • ‘Nothing for two’ (ampia circuitazione tra cui la piattaforma ‘95 della nuova danza italiana)
  • ‘Coreografia d’autore’ (teatro Valle di Roma),
  • ‘Camouflage Revelsaile’ (teatro Colosseo di Roma, 1992),
  • ‘Eats East’ (teatro politecnico di Roma,1993),
  • ‘Pasolini Passion’ (via del Mandriane, Roma, 1995),
  • ‘Studio per uno studio’ (Sala Uno Roma ’98),
  • ‘Wet suites’ (Teatro' delle Moline, Bologna ’99- ‘Stradarolo’ rassegna di strada in Zagarolo).

Per ‘Nuovi scenari italiani’ (Roma ‘94), crea con il musicista Luigi Parravicini ‘Punto Else’ in co-produzione con la compagnia Vera Stasi.

Interpreta inoltra ruoli in spettacoli di: Nicoletta Giavotto, Roberta Garrison, Gruppo Efesto, Aldo Miceli, Giancarlo Gentilucci e il Film di Marco Bellocchio ‘La visione del sabba’ con le coreografie di Raffaella Rossellini.

Nel 1996 collabora con il gruppo Artemisia negli allestimenti per le scuole di ‘L’Augellin Bel Verde’ di Gozzi; nel ‘97 collabora con il gruppo Airone di Rossella Del Mastro nella creazione dello spettacolo ‘Gabbia cinese’ e mette in scena ‘Gli uccelli’ di Aristofane con 70 bambini della scuola elementare di Zagarolo (Roma).

Per la stagione ‘98-’99 con la compagnia M.D.A. Produzioni danza crea “di ‘Forma in Forma’, Che circuita in varie città italiane, riportando un buon successo fra il pubblico.

Per la Rassegna ‘Che Danza Vuoi’, svolta presso il teatro Greco di Roma (ottobre’99) , crea tre danze brevi dal titolo ’Avanti Avanti’.

Per la fiera di Bologna del 99 crea un trittico di danze con Alessandro De Santi dal Titolo ‘l'Incontro’, poi replicati nella rassegna itinerante di ‘Stradarolo’, nella provincia di Roma, e nelle estive Romane di Tor tre Teste (Roma ‘99).

Dicembre 2000 la pittrice G. Di Trani, in occasione della mostra a Massenzio Arte, commissiona una coreografia a B. De Biase con Artinballo: danzano Alessandro De Santi e Simona Malaspina ; si replica allo Stenditoio di via S. Michele a Ripa; il lavoro è poi replicato in R.A.I. per la fiction ‘Stiamo bene insieme’ con Lina Sastri.

Negli ultimi 10 anni l'attività di Brunella si è concentra principalmente sullo studio e sulla pratica  Yoga nel metodo Iyengar;

nel 2006 è divenuta insegnante certificata del metodo, nel 2010 ha preso il livello Junior 1, e nel 2013 si presenta per superare il livello junior 2.

I livelli nell’Iyengar Yoga sono esami che si preparano molto accuratamente, c’è una selezione dura, non si compra il titolo, ma si mostra la propria pratica e capacità di insegnamento.